Effetti Benefici del Peperone Rosso dolce

Conosciamo i peperoni Rossi Dolci

I peperoni (Capsicum annum), appartengono alla famiglia delle Solanacee.

Originari dell’America Meridionale e delle Antille,nei paesi più caldi la pianta è coltivata come perenne.

In Italia invece è una pianta annuale dato che il ciclo termina in inverno per il troppo freddo

Proprietà e benefici dei peperoni

Contiene una percentuale di vitamina C, quattro volte maggiore che negli agrumi con la conseguente capacità

di aumentare la resistenza alle infezioni;  irrobustisce i muscoli e favorisce l’assorbimento del ferro.

Inoltre insieme al contenuto di vitamina A, di cui sono molto ricchi , otteniamo il beneficio di una prevenzione dai radicali liberi

grazie alle proprietà antiossidanti di queste due vitamine.

Questo permette, secondo gli studi, di prevenire malattie di invecchiamento della pelle, tumori e malattie cardiovascolari.

Tra le vitamine troviamo la presenza del gruppo B e delle vitamine E, J e K.

Il potassio e il carotene hanno anche proprietà diuretiche quindi utili alle funzioni urinarie.

La percentuale di fibra è buona e questo lo fa rientrare tra i cibi utili al controllo del peso visto il senso di sazietà che aumenta

con poche calorie assunte per porzione (alimentazione ipocalorica).

Un’altra sostanza presente è la capsaicina,molto più ricca nel suo “fratello” peperoncino,

ma anche nel peperone la troviamo in buone quantità sotto la buccia che porta così proprietà antibatteriche, anti diabetiche, analgesiche e antitumorali.

Alcune persone non digeriscono il peperone;

un motivo è la presenza sulla buccia di cellulosa che noi esseri umani non scindiamo come gli erbivori e quindi in grosse quantità risulta indigesta.

Il peperone produce meno solanina se non  è coltivato al sole e nel suo periodo di coltivazione (estate), quindi il modo migliore è rispettare la stagionalità.

 Sapevate che

Uno studio sugli estratti di peperone indica la riduzione del rischio di contrarre alcune forme di tumore,

ad esempio quella al cervello causata probabilmente dalle nitrosammine,

proprio perché il peperone pare che inibisca queste sostanze cancerogene.

Il contenuto di vitamina C e beta caroteni sembra essere parte integrante di questo effetto protettivo anche

se non se ne conoscono ancora bene i meccanismi. Per l’utilizzo del peperone come nutraceutico

è quindi consigliabile evitare la cottura che riduce sino al 60% il contenuto di vitamina C;

viene principalmente preparato crudo in insalata, sia rosso che giallo, e va rispettata la stagionalità

del prodotto che nel caso specifico è l’estate.

Un altro studio ha dimostrato che la sostanza luteolina presente nei peperoni è utile per

rallentare l’invecchiamento delle cellule del cervello che porta così a migliorare la memoria e rimanere più giovani.

Ricetta Baccalà al peperone rosso dolce

Ingrendienti

  • 500 g di baccalà
  • 3 peperoni rossi ( dipende dalla grandezza)
  • olio extra vergine di oliva q.b.
  • sale

 

Procedimento

Iniziamo con mettere in ammollo il baccalà per circa 24-48 ore cambiando l’acqua.

Passato queste ore tiriamo fuori dall’acqua scoliamo e asciughiamo bene con un panno, in modo che non goccioli acqua sulla brace.

In una padella mettere insieme  l’olio e i peperoni interi  . Porre sul fuoco e fare in modo che si rosolino

lentamente senza bruciarsi. Questa operazione richiede pochi minuti ma bisogna fare molta attenzione perché

i peperoni bruciati diventano amari. Appena tolti dal fuoco vanno salati e lasciati nel condimento.

Raffreddandosi diventano croccanti. Preparare la brace ed arrostire le fette di baccalà calcolando un 10 minuti circa per lato.

La brace non deve essere violenta altrimenti si brucia e non si cuoce.

Impiattare e condiamo  con l’olio dei peperoni , una spolverata di prezzemolo e i peperoni che nel frattempo abbiamo sminuzzato.

Buon Appetito!!!