Conosciamo lo Zafferano le sue proprietà e una gustosa ricetta

Conosciamo lo zafferano

Lo zafferano è una spezia ricca di carotenoidi e vitamine, utile per i disturbi dell’umore, come sedativo e antispasmodico.

 

 

Proprietà e benefici dello zafferano

E’ una pianta erbacea originaria dell’Asia occidentale , lo zafferano  fornisce dagli stimmi secchi una droga,

di colore giallo -rosa , di odore forte e aromatico , sapore leggermente amaro e piccante ,

che da al liquido o alla sostanza in cui viene disciolta una colorazione gialla, intensa e vivace.

E’ un eccellente sedativo ed emmenagogo: utile quindi agli ansiosi, agli eccitati, a coloro che soffrono per digestione difficili e in caso di mestruazioni dolorose.

LO ZAFFERANO, UN EFFICACE “COMPAGNO DI VIAGGIO”

Tutti conosco l’uso culinario dello zafferano, per insaporire le pietanze o per colorare di giallo, risotti e uova pasquali;

ma quello che molti ignorano è il suo impiego per alleviare i sintomi del mal d’auto, un disturbo molto diffuso, che condiziona negativamente i nostri viaggi.

 Come assumere lo zafferano per il mal d’auto

Per usufruire delle proprietà dello zafferano  per il mal d’auto,oltre che con l’uso culinario, consigliamo l’assunzione mediante infusi e integratori naturali.

Tisana allo zafferanoi suoi carotenoidi sono tra i pochi solubili in acqua e si estraggono facilmente con la bollitura.

Mettere una punta di un cucchiaino di zafferano in polvere in una tazza d’ acqua, portare a ebollizione e lasciare

riposare per una decina di minuti. Se si aggiunge un cucchiaino di miele , si ha un ottimo infuso calmante e distensivo da bere prima di affrontare un viaggio.

Controindicazioni  dello zafferano

Non sono da trascurare  gli effetti collaterali: se assunto ad alte dosi, l’olio essenziale ha infatti effetti abortivi, quindi da evitare in gravidanza.

Inoltre, a dosi eccessive risulta comunque tossico per l’organismo, potendo provocare emorragie , vertigini e sonnolenza.

Va chiarito comunque  che effetti collaterali e controindicazioni sono riferite sempre a dosi massicce di zafferano,

mentre se ne considera il quantitativo normalmente utilizzato sopratutto in ambito culinario lo zafferano non presenta particolari controindicazioni.

Come si usa in cucina

Oggi giorno viene usato in cucina più per il suo sapore e colore  che per le sue proprietà medicinali.

L’utilizzo classico per gli italiani è nel risotto alla milanese, ma non sono da dimenticare anche alcune ricette a base di pasta e broccoli alle quali lo zafferano da una piacevole nota di raffinatezza.

Nella cucina indiana rappresenta la spezia più costosa , eccellente con i dolci, ma usata anche in preparazioni salate.

Vi consigliamo una ricetta .

Ceci allo zafferano

Ingredienti:

  • 200 g di ceci secchi
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • 1 cipolla
  • 200 g di pomodori pelati o passato
  • un pizzico di timo
  • un pizzico di menta
  • un pizzico di peperoncino rosso in polvere
  • un cucchiaio da cucina di brodo vegetale preparato prima
  • sale
  • un pizzico di pepe
  • una bustina di zafferano

 

Procedimento

Lavate e lasciate i ceci in ammollo nell’acqua per 24 ore.

Trascorso questo tempo scolateli e versateli in una pentola, ricopriteli con abbondante acqua, portate a ebollizione, abbassate la fiamma, ponete il coperchio a metà sulla pentola e lasciate cuocere sino a quando i ceci siano ammorbiditi; scolateli e conservate l’acqua di cottura.

Versate l’olio in una casseruola e fate imbiondire la cipolla sbucciata e tritata finemente, unite i ceci lessati, i pomodori pelati e tritati ( o il passato già pronto), il timo la menta e il peperoncino.

Aggiungete il brodo vegetale preparato anticipatamente con acqua e un cucchiaio di brodo vegetale ,aggiustate di sale, pepate e unite 1 bicchiere scarso dell’acqua di cottura dei ceci.

Portate a ebollizione , abbassate la fiamma e proseguite la cottura a fuoco assai lento per circa mezz’ora.

Sciogliete lo zafferano in un pò d’acqua di cottura dei ceci e aggiungetela al resto, lasciando sul fuoco ancora per 5 minuti prima di servire caldo.

Buon appetito!